area delle metodologie archeologiche
         
 

zanini - progetti di ricerca

 

Gortina (Creta)

Indagini archeologiche nell'area del "quartiere bizantino"

 

L'indagine, che si sviluppa all'interno di un ampio contesto di collaborazione scientifica con altre università italiane (Bari, Macerata, Milano, Padova, Palermo, Pescara e Roma) e con la Scuola Archeologica Italiana di Atene, si è avviata nel 2001 e ha come obiettivo una più approfondita conoscenza dei tempi e dei modi della trasformazione in età tardoantica e protobizantina di uno dei più importanti centri del Mediterraneo greco, romano e bizantino.

Il progetto - cofinanziato dal Ministero per gli Affari Esteri, dalla Scuola di Atene e dall'Ateneo senese - prevede la conduzione di uno scavo estensivo nell'area compresa tra due dei più importanti monumenti della città antica (il tempio di Apollo Pizio e il c.d. Pretorio), i cui risultati saranno letti nel contesto di una più vasta indagine sulle fasi protobizantine della città nel suo complesso.

 

vai al sito della ricerca

 

Vignale (Piombino - LI)

Indagini su un insediamento antico e tardoantico collegato alla Via Aurelia

 

Il progetto, che ha preso l'avvio nel 2003, prevede la conduzione di indagini archeologiche  a carattere estensivo su un sito della Toscana costiera particolarmente noto fin dall'Ottocento per la presenza nel sottosuolo di strutture e materiali mobili di epoca etrusca, romana e tardoantica. Un accordo tra il Ministero BB.CC.AA., la Società proprietaria dei terreni e il Dipartimento di Archeologia dell'Università di Siena ha aperto finalmente la strada per l'avvio dello scavo di un sito che promette di essere di straordinaria importanza per comprendere l'evoluzione dei modelli insediativi in questa regione tra Antichità e Tarda Antichità.

 

 

vai al sito della ricerca

 

Italia bizantina

Materiali per la costruzione di un Sistema Informativo Territoriale

 

Il progetto, che ha preso l'avvio nel 2000, prevede la progressiva acquisizione e il riversamento in un Sistema Informativo Territoriale di tutti i dati di interesse storico-archeologico disponibili in letteratura relativi alle province bizantine d'Italia tra il VI e l'VIII secolo. La prima tranche del progetto ha riguardato la schedatura sistematica di tutte le occorrenze di termini di interesse archeologico nelle principali fonti letterarie dell'epoca (Procopio di Cesarea, Giorgio di Cipro, Gregorio Magno, Paolo Diacono) e l'allestimento di un ricco set di dati (oltre 9.000 occorrenze) catalogati su base cartografica. Ulteriori fasi di sviluppo della ricerca prevedono l'immissione di dati di natura più strettamente archeologica, derivati dalle pubblicazioni edite a partire dagli anni Settanta.

 

vai al sito della ricerca

 

 

Documentazione dello scavo archeologico

Metodi, strategie e procedure nella gestione informatizzata dei dati di scavo

 

Il progetto, che ha preso l'avvio nel 2001, si propone di approfondire la riflessione metodologica sull'acquisizione e la gestione dei dati derivanti dall'indagine archeologica stratigrafica, con particolare riguardo ai problemi posti e alle opportunità offerte dalle nuove tecnologie. In particolare, la ricerca si sta orientando sullo sviluppo di procedure e di applicativi per ottimizzare l'applicazione di programmi CAD all'acquisizione e alla gestione della documentazione grafica tridimensionale della stratificazione indagata e sullo sviluppo di metodi e procedure per la documentazione del processo conoscitivo in archeologia.

 

vai al sito della ricerca